mercoledì 12 ottobre 2011

Il Melograno, chef per un pomeriggio


Romana Bosco ai fornelli

E' con grande gioia che abbiamo accettato l'invito della scuola di cucina Il Melograno a partecipare alla lezione A cena con il mare. Per chi non la conoscesse, il Melograno è ben più di una scuola di cucina, è un'istituzione torinese fondata da Romana Bosco, chef Cordon Bleu, trentatre anni orsono e, oggi come allora, si è affermata come un porto sicuro per chi oltre a cucinare bene desidera accogliere gli ospiti con tutti i crismi dettati da bontà ed estetica insieme. 
La cucina super attrezzata di Romana, costellata qua e là di melograni porte-bonheur, è strutturata sia per lezioni teoriche (in cui si osservano gli chef all'opera) sia per lezioni pratiche in cui ci si può mettere attivamente alla prova; quella a cui ho scelto di partecipare è una lezione teorica, quindi niente figuracce in diretta! 


Dal mio posto, grazie agli specchi  posizionati sopra il bancone, non perdo neanche una mossa delle cuoche che, gentilissime, chiariscono tutti i dubbi relativi alla ricetta (e non solo). In pochi minuti l'ambiente si scalda e la lezione accademica si trasforma in un'incontro tra amiche che si scambiano segreti culinari. Quando un piatto è pronto, lo si assaggia tutti insieme, così alle sei del pomeriggio ho al mio attivo una cena completa!

Il menu prevede:
Crostatina fredda di gamberetti
Terrina di sardine
Riso pilaf ai molluschi
Branzino arlecchino
Conchiglie di sorbetti

Romana, coadiuvata dalle preparatissime Giovanna Bottelli e dalla nipote Giada Bosco, dà inizio alle danze partendo dal dessert: la Conchiglia di sorbetti, di sicuro effetto, è anche di facile realizzazione, bastano un paio di gusci di capesante, sorbetto al limone e un freezer. Per fare le formine non avete bisogno di istruzioni, no?




Il programma continua con la Crostatina fredda di gamberetti, poche mosse (facili) per un piatto che stupirà tutti. Nel video potete osservare tutte le fasi della preparazione.





Proseguiamo con gli antipasti, arriva il turno della Terrina di sardine, grazie alla spiegazione passo a passo delle insegnanti tutto diventa facile, et voilà, la terrina è pronta.

 
 
 

Si passa alle questioni spinose (e parlando di pesce era inevitabile!), Riso pilaf con molluschi. Dopo trentatre anni (i miei) di reciproca diffidenza ho fatto finalmente pace con il riso pilaf, lo sapevate che per una sicura riuscita basta farlo bollire prima di metterlo in forno?

 

Last but not least, Il branzino Arlecchino lascerà a bocca aperta ospiti e familiari. Il branzino al forno è alla portata di tutti, grazie ai segreti dello chef lo trasformerete in un piatto da gran gourmet. E in poche ore, ecco che un intero menù di alta cucina diventa alla portata di tutti (o quasi).

 

Volete cimentarvi anche voi nella nobile arte del ricevere? 
Romana, Giada e Giovanna vi aspettano! 
Per il programma dei corsi e tutte le info clicca QUI.

Romana e Giada Bosco con Giovanna Bottelli

 Scuola di cucina Il Melograno
Piazza Vittorio Veneto, 9
Torino



per

5 commenti:

  1. Il corso di cucina mi intriga moltissimo e il Melograno mi sembra davvero autorevole. Il menù è raffinatissimo, anche se devo confessare che da tempo ho rinunciato a carne e pesce. In ogni caso, chissà che in futuro possano proporre corsi vegetariani, sensibilizzando le persone a questa scelta etica e salutistica :)))
    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Hai prorpio ragione, anche perchè le ricette vegetariane ci vuole molta più fantasia!

    RispondiElimina
  3. sono incuriosita ed ingolosita


    http://nonsidicepiacere.blogspot.com/

    RispondiElimina
  4. che tripudio di sapori!!! un menù gustosissimo!

    RispondiElimina
  5. wow!che fortuna poter partecipare!

    RispondiElimina

Questo blog è copyright di Torino Style. Testi e fotografie, se non diversamente indicato, sono copyright degli autori o dei contributors.
Nessuna parte di questo sito, dei post e delle immagini può essere utilizzata o riprodotta senza consenso esplicito e comunque sempre citandone sempre la fonte.