martedì 3 giugno 2014

Brontolando 2.0



Dite la verità, chi non ha qualche amico che su Facebook posta solo cose noiose, ripetitive e fastidiose? Di quelli che una volta a settimana sei a un passo dal bloccare, pur di non riceve l'ultimo tedioso aggiornamento, e che solo il dover giustificare di persona la rimozione dagli amici tiene a bada il vostro dito dal click definitivo. Io ne ho selezionati quattro che trovo i peggiori utenti di sempre. 
A voi cos'è che da fastidio sui social? 



I colombi
Siete innamorati e felici, e questa è una cosa bella. Perchè allora dovete palleggiarvi Ti amo e paroline melense da una bacheca all'altra? Non vi addormentate e svegliate forse nello stesso letto? Avete presente quando uno trova le vecchie lettere d'amore dei genitori e si fa un sacco di risate? Ebbene non sottoponetevi/ci a questo pubblico supplizio, le frasi d'amore ditevele di persona. Provate. E' molto più bello. 



Gli smart workers
Siamo schiacciati dalla crisi ma loro sembrano non sentirla: hanno sempre un sacco di appuntamenti, ogni giorno incontrano persone meravigliose e stimolanti, nuovi prestigiosi progetti sono sempre dietro l'angolo e l'aggiornamento sugli appuntamenti è così costante che manco la Filofax di Obama.
Please... Non ci crede più nessuno dal 2008.


parto in diretta. Giuro, sui social, mi sono stati inflitti pure loro!


I neo - genitori
I figli sono piezz 'e core, i bambini sono una cosa meravigliosa ed essere genitori è l'esperienza più bella del mondo. Siamo tutti d'accordo, ma la cacca del vostro erede, il bagnetto, lo svezzamento e i pannolini, vi assicuro, interessano solo a voi.




I criptici
Sono soliti pubblicare status del tipo ...!, Oggi ansia :S, Aspettando... seguono risposte del tenore di Oddio che succede? Tutto bene? Tesoro che hai? a cui fanno coro infiniti Sapessi..., Non posso dirvi niente ma presto saprete...
I peggiori però, sono quelli che mandano invettive contro fantomatici nemici, che non capiranno mai essere indirizzate a loro, non le vedranno oppure se ne fregheranno bellamente. 
Siete sulle spine aspettando una notizia orrenda o bellissima di cui non potete svelare alcun dettaglio? Volete insultare qualcuno ma non avete il coraggio di sputargli tutto il vostro veleno in faccia? Ebbene, state zitti.

Vi siete riconosciuti? Non vi offendete... 
Nessuno è immune alla mia invettiva, in effetti, fino a qualche tempo fa la lista era arricchita da una categoria in più: i postatori di cibo. 



Li chiamavo con disprezzo "weight watchers" poi, Babbo Natale mi ha portato un I-Pad e con lui è arrivato Instagram. Ebbene... I weight watchers hanno conquistato una nuova, compulsiva adepta...  




Pics via Pinterest e Instagram @torinostyle

4 commenti:

  1. Viva i postatori di cibo!

    RispondiElimina
  2. ahahah ho amici su Facebook in ogni categoria, quelli che si lamentano ogni singolo giorno scrivendo poemi sono i peggiori insieme a quelli che buttano il sasso e nascondono la mano del tipo che scrivono il post poi quando gli chiedono qualcosa (io mai) "èèèè non lo scrivo qui, solo in privato....!!" ma allora tienitelo per te, no ;)? Oltre che un po' acidella sono anche curiosa, che tanto la curiosità è uno dei motivi principali che ci spinge ad essere sui social, no??
    p.s.= bellissimo post!!

    lens & anything else

    RispondiElimina

Questo blog è copyright di Torino Style. Testi e fotografie, se non diversamente indicato, sono copyright degli autori o dei contributors.
Nessuna parte di questo sito, dei post e delle immagini può essere utilizzata o riprodotta senza consenso esplicito e comunque sempre citandone sempre la fonte.