mercoledì 25 gennaio 2012

Nina Tauro Atelier - cappelli d'autore


Colonnina di mercurio in picchiata e temperature gelide non ci hanno scoraggiate, per affrontare l'inverno con la giusta grinta a volte basta indossare il copricapo giusto per tenere in caldo la materia grigia e risollevare l'umore.
La ricerca del cappello perfetto ha inizio dall'Atelier di Nina Tauro, sinonimo di artigianalità e ricerca, che dal 2006 offre un'eccellente alternativa a chi non si accontenta delle proposte delle grandi catene ma non è neanche disposto a collassare davanti al cartellino del prezzo.



Convinta sostenitrice della teoria che i cappelli vanno provati, Nina ci lascia giocare davanti allo specchio mentre racconta i suoi esordi: la manualità è molto importante per me, sono sempre stata una persona creativa e sin da ragazzina mi divertivo a realizzare da sola accessori come borse, bigiotteria e cappelli. Con il passare del tempo ho continuato a coltivare questa passione e, qualche anno fa, ho deciso di concentrarmi esclusivamente sui cappelli. 
I cappelli firmati Nina Tauro, originali ma non troppo stravaganti (non temete, non rischierete di essere scambiati per un invitato smarrito sulla via di Ascot), hanno uno stile inconfondibile. Nina ama replicare lo stesso modello con mix di filati differenti, dalla lana alla ciniglia, dalla seta al jersey, e arricchire i copricapo con dettagli vintage come passamanerie e bottoni, fino a pietre dure per veri e propri cappelli gioiello.


Trovo che la lavorazione all'uncinetto e ai ferri sia molto versatile, adatta sia all'inverno che all'estate e, a seconda dei filati, si possono ottenere effetti più o meno sostenuti. Proprio dal lavoro all'uncinetto nasce uno dei miei modelli più amati, la linea asimmetrica lo rende adatto a qualsiasi tipo di viso e l'applicazione di un macro bottone rigorosamente vintage gli conferisce un tocco deliziosamente retrò.


Oltre all'uncinetto, Nina Tauro ama lavorare anche altri materiali: pelle (cuffie d'ispirazione anni Venti), ciniglia, jersey e lana per l'inverno; cotone, canapa, seta e rete per l'estate.
Ultimamente ho ricominciato a lavorare ai ferri - prosegue Nina -  per l'inverno 2012 ho realizzato molti cappelli con questa lavorazione e ho da poco terminato una micro collezione in feltro. 

 
 
Di recente Nina Tauro ha brevettato Polimorphosis, il più versatile dei cappelli, composto da un "cappuccio" dai bordi extra-large, può essere indossato in infinite combinazioni che vanno dal classico foulard da diva, al cappuccio, alla sciarpa o addirittura come turbante tuareg. Ideale sia per l'inverno che per l'estate, chi lo ha acquistato non se ne separa più! 


I cappelli di Nina Tauro hanno ottenuto l'attestato di Eccellenza Artigiana dalla Regione Piemonte  e fanno parte del circuito Slowfashion del CNA che conferisce questo attestato all'artigianato 100% Made in Italy. 


Atelier Nina Tauro
Via Sant'Anselmo 26/c
329 9775271
atelierninatauro@hotmail.it
Per essere sempre aggiornato segui la  pagina Facebook dell' atelier (clicca QUI)

4 commenti:

  1. Che belli! E che idea geniale il Polimorphosis !!!
    www.lostinunderwear.blogspot.com

    RispondiElimina
  2. Io amo in modo particolare i cappelli in feltro, per l'inverno...
    Anna

    RispondiElimina

Questo blog è copyright di Torino Style. Testi e fotografie, se non diversamente indicato, sono copyright degli autori o dei contributors.
Nessuna parte di questo sito, dei post e delle immagini può essere utilizzata o riprodotta senza consenso esplicito e comunque sempre citandone sempre la fonte.